Festa della Liberazione

La “Festa della Liberazione” ricorda la fine della fase nazi-fascista del nostro Paese. Il 25 aprile è la data sancita della festività, con cui si celebra la liberazione dell’Italia dalla dittatura di Mussolini e la vittoria dei Partigiani antifascisti che organizzarono la Resistenza e, con l’aiuto e l’appoggio degli Alleati americani e inglesi, riconquistarono la libertà e la democrazia per tutti.

Il 25 aprile 1945 i Partigiani e gli Alleati avevano infatti portato finalmente a termine la liberazione delle principali città italiane.

Uomini, donne, ragazzi, soldati e sacerdoti, lavoratori, operai, contadini, socialisti e cattolici, comunisti: tante idee politiche, diverse classi sociali e diversa cultura, insieme per rovesciare Fascismo e fondare un’Italia democratica, basata sul rispetto dei diritti umani, della libertà individuale, senza distinzione di razza, di idee, di sesso e di religione.

La Costituzione Italiana attuale, nata dalle idee di democrazia e di libertà degli antifascisti, è figlia diretta di tale libertà.

Oggi la “Festa della Liberazione” viene chiamata anche Festa della Libertà: libertà dalle dittature per un processo democratico di decisione comune.