Ognissanti

ognissantiIl 1° giugno 1949 la Costituzione italiana immise il giorno di Ognissanti (la festa in onore di tutti i santi e martiri che cade il 1° novembre) nei “festivi”, e tale è rimasto fino ad adesso, nel secondo Millennio. Anche l’Austria, il Belgio, la Francia, la Grecia, il Lussemburgo e la Spagna festeggiano ufficialmente Ognissanti.

Le origini? Antichissime. La festività di Ognissanti nasce nel Nord europeo e giunge a Roma il 13 maggio del 609, con Papa Bonifacio IV che dedica il Pantheon alla Vergine Maria e a tutti i martiri.

Ma perché viene poi spostata al 1° novembre? La Chiesa voleva rendere cristiana la festa pagana del capodanno celtico (festa di Samhain), la quale si celebrava all’inizio di novembre. Così nell’835 Papa Gregorio Magno sposta dal 13 maggio al primo novembre la festa di Ognissanti, sull’esempio della Francia.

La stretta connessione con la commemorazione dei defunti del 2 novembre fu istituita solo nel 998, poi Papa Sisto IV la sottoscrisse in tutta la Chiesa d’Occidente nel 1474.


I commenti sono chiusi.